Read the Beforeitsnews.com story here. Advertise at Before It's News here.
Profile image
By Center for a Stateless Society
Contributor profile | More stories
Story Views
Now:
Last hour:
Last 24 hours:
Total:

Contro la Giustizia Penale, III: Per una Giustizia Vera

% of readers think this story is Fact. Add your two cents.


Di Jason Lee Byas. Originale: Against the Criminal Justice System, Pt. III: For Actual Justice, pubblicato il 30 novembre 2020. Traduzione di Enrico Sanna.

Pubblicato originariamente sul blog Students for Liberty il 30 gennaio 2015.

Nei due precedenti articoli della serie, ho spiegato come la pratica punitiva e la giustizia penale siano inerentemente ingiuste. In alternativa, proponevo un sistema civile puro basato unicamente sul diritto civile. Tutte le cause diventerebbero così cause mirate alla risoluzione di controversie, con l’aggressore che non verrebbe punito ma costretto a rifondere la vittima. Qui vorrei rispondere brevemente ad alcune tra le critiche più comuni rivolte a questo ideale.

Insufficiente potere deterrente

Una questione spesso sollevata quando si critica un sistema giudiziario basato esclusivamente sul diritto civile è che non ha sufficiente potere deterrente. Critiche più elaborate non dicono che il risarcimento non ha mai potere deterrente (o quasi mai), ma solo in certi casi specifici.

Prendiamo il caso di una persona ricca. Se un reato si espia con un semplice risarcimento monetario, il potere deterrente contro chi è ricchissimo è debole o nullo.

Altro caso è invece quello di un reo molto povero. Se il reo è già fortemente indebitato, non può pagare, e una condanna in più o in meno non fa differenza.

Per prima cosa, ci sarebbero ragioni lecite per esigere un pagamento maggiore da un ricco rispetto ad un povero, anche se la giustizia riparativa pura ruota attorno alla vittima. Queste ragioni lecite si basano sul principio della proporzionalità. Pagare un risarcimento di tre milioni può essere una piccola seccatura per Bill Gates, ma distruggerebbe l’esistenza di una persona media. Poiché il pagamento ha un impatto maggiore o minore a seconda della persona, per certi sarebbe una violenza inaccettabile mentre per altri sarebbe molto più accettabile.

Il risarcimento potrebbe non essere sufficiente a dissuadere un potenziale aggressore. Ma, considerato quello che ho scritto negli articoli precedenti, non è una ragione sufficiente per dire no al risarcimento. La deterrenza può essere un buon effetto collaterale della legge, ma non è il suo fine.

E poi il potere deterrente non è esclusivo della legge. Anche pressioni e condanne sociali hanno un ruolo particolare, soprattutto per i ricchi che vogliono mantenere una reputazione. Lo stesso vale per quelle cerchie o spazi frequentati da delinquenti comuni (come nel caso di Victoria Law, femminista, abolizionista del carcere, che si oppone extragiudizialmente alla violenza di genere).

Altro caso in cui la dissuasione può non funzionare è l’assassinio di persone senza famigliari o amici. Generalmente, per una persona morta il risarcimento (come qualunque altro credito) va agli eredi[1]. Ma se la vittima non ha eredi (o persone vicine considerate eredi), il risarcimento non è dovuto.

Una soluzione può essere la rivendicazione. Se qualcuno si prende la briga di portare avanti la causa a nome della vittima, può rivendicare il risarcimento. Ovviamente, se la causa è portata avanti da diverse persone, singolarmente o in gruppo, spetterebbe al giudice stabilire chi ha diritto al risarcimento. Se viene assassinato un senzatetto, ad esempio, un’associazione caritatevole avrebbe più diritto di un ricco avvocato che vuole il denaro per sé.

Condanna insufficiente, o giustizia imperfetta

Dire che un sistema giuridico dovrebbe limitarsi a obbligare il reo a risarcire in denaro la vittima appare intuitivamente sbagliato. Si ha la sensazione, giustamente, che così non si tenga nel dovuto conto la profondità morale del danno fatto, e che quindi non si faccia piena giustizia.

Purtroppo, sono critiche fondate. Ma è sbagliato credere che questa sia una ragione sufficiente per sostenere la pena o il sistema penale. È vero che nessuna somma resuscita una persona, e spesso neanche allevia le sofferenze. Ma neanche la violenza vendicativa ottiene questo effetto. Ma con una giustizia riparativa perlomeno si fa qualcosa per compensare la vittima e ottenere quel minimo di giustizia ottenibile.

E poi è vero che la logica riparativa pura impone che il sistema giudiziario usi la violenza solo per l’esazione del risarcimento, ma è anche vero che non esiste solo il risarcimento monetario. Esiste una varietà di arrangiamenti riparativi alternativi – in cui l’aggressore cerca di riparare al torto sulla base della responsabilità – che possono sostituire in tutto o in parte il risarcimento monetario. Questi arrangiamenti, quando sono possibili, sono quanto di più simile alla giustizia perfetta che possiamo avere.

Bisogna poi sottolineare una volta di più che tra i problemi della giustizia penale e i suoi intenti punitivi c’è che spinge a non vedere altri rimedi che stanno completamente fuori dal sistema legale. I tribunali dovrebbero essere, idealmente, luoghi in cui si risolvono i conflitti, non posti in cui la sentenza morale della comunità si abbatte sul reo. La condanna morale, piuttosto che da un’autorità centrale, dovrebbe venire dal basso, dalla comunità.

Quando stabilisce la colpa o l’innocenza morale, l’apparato penale non fa che inquinare il giudizio (deviando il verdetto in direzione di una dichiarazione morale sul caso in questione) e privare altri settori della società civile della possibilità di esprimere un giudizio morale. La corte sentenzia e il caso è dato per definitivamente chiuso.

Fuori dall’ambito giudiziario, generalmente concordiamo che la violenza non può essere usata a fini moralistici. Ancora più ci ripugna, poi, per lo stesso fine, rapire e schiavizzare una persona colpevole di reato. E questo ci riporta al giudizio sul diritto: è ingiusto punire o incarcerare qualcuno sulla base di una condanna morale.

L’equivalente del carcere, da notare, è qui considerato peggiore dell’equivalente di una punizione corporea. Sul prossimo articolo spiegherò perché il carcere è ingiusto in sé per ragioni che vanno oltre l’ingiustizia della pena in genere.


1. C’è poi il problema di quando l’erede è anche l’assassino. In questo caso, è ragionevole determinare un altro erede in alternativa, giacché l’erede dovrebbe prendere il posto dell’assassinato e ovviamente l’assassino non può rappresentare il volere dell’assassinato.

The Center for a Stateless Society (www.c4ss.org) is a media center working to build awareness of the market anarchist alternative



Source: https://c4ss.org/content/54241


Before It’s News® is a community of individuals who report on what’s going on around them, from all around the world.

Anyone can join.
Anyone can contribute.
Anyone can become informed about their world.

"United We Stand" Click Here To Create Your Personal Citizen Journalist Account Today, Be Sure To Invite Your Friends.

Please Help Support BeforeitsNews by trying our Natural Health Products below!


Order by Phone at 888-809-8385 or online at https://mitocopper.com M - F 9am to 5pm EST


Order by Phone at 888-809-8385 or online at https://www.herbanomic.com M - F 9am to 5pm EST


Humic & Fulvic Trace Minerals Complex - Nature's most important supplement! Vivid Dreams again!

HNEX HydroNano EXtracellular Water - Improve immune system health and reduce inflammation

Ultimate Clinical Potency Curcumin - Natural pain relief, reduce inflammation and so much more.

MitoCopper - Bioavailable Copper destroys pathogens and gives you more energy. (See Blood Video)
Oxy Powder - Natural Colon Cleanser!  Cleans out toxic buildup with oxygen! 
Nascent Iodine - Promotes detoxification, mental focus and thyroid health.
Smart Meter Cover -  Reduces Smart Meter radiation by 96%!  (See Video)

Immusist Beverage Concentrate - Proprietary blend, formulated to reduce inflammation while hydrating and oxygenating the cells.

Report abuse
Loading...

Comments

Your Comments
Question   Razz  Sad   Evil  Exclaim  Smile  Redface  Biggrin  Surprised  Eek   Confused   Cool  LOL   Mad   Twisted  Rolleyes   Wink  Idea  Arrow  Neutral  Cry   Mr. Green

MOST RECENT
Load more ...

SignUp

Login

Newsletter

Email this story
Email this story

If you really want to ban this commenter, please write down the reason:

If you really want to disable all recommended stories, click on OK button. After that, you will be redirect to your options page.